Booking online
Fattorie Santo Pietro
Italiano
English
Deutsche
Español
Françoise

Agriturismo a San Gimignano, Siena, Toscana.

Condividi


«

Itinerari: Montalcino - Abbazia di Sant'Antimo - Pienza

Santo Pietro - Montalcino - Abbazia di Sant'Antimo - Pienza


Partendo dalle Fattorie di Santo Pietro raggiungete San Gimignano, proseguite per Poggibonsi ed imboccate la superstrada Firenze-Siena, direzione Siena. Uscite a Siena Sud, seguite le indicazioni per Monteroni e poi quelle per MONTALCINO.
Qui troverete un ampio parcheggio nella zona della Fortezza.

Montalcino conserva inalterato il suo fascino di antico borgo medievale. Il suo territorio, che fa parte del Parco Artistico Naturale e Culturale della Val d'Orcia, è coperto da coltivazioni di vite (da cui si ricavano vini di alto pregio come il famoso Brunello), olivi e boschi in cui prevalgono alberi di leccio.

Girando per la città si possono ammirare numerose opere architettoniche di epoca medievale, a cominciare dalle mura di cinta che conservano ancora le antiche porte e parte dei torrioni, il Palazzo Comunale (edificio di architettura pubblica della fine del Duecento), i Loggiati di Piazza del Popolo (con arcate del XIV e XV sec.), la Cattedrale in stile neoclassico (costruita su una antica Pieve del XI sec.), il Santuario della Madonna del Soccorso (edificato nel XVII sec. su una chiesa quattrocentesca), la Chiesa di Sant'Egidio (la chiesa dei senesi, del XIV sec.), e le bellissime chiese trecentesche di Sant'Agostino (presenti affreschi di scuola senese del XIV sec.) e di San Francesco, con gli annessi conventi aperti su bellissimi chiostri.

Terminata la visita, proseguite in direzione di Castelnuovo dell’Abate, e percorrendo la Strada Provincaile 55, raggiungete l’ABBAZIA DI SANT’ANTIMO.
Da tenere presente che gli orari delle visite sono 10,15-12,30 e 15,00-18,30.

L'Abbazia di Sant'Antimo è un complesso monastico la cui origine si perde nella notte dei tempi quando nel 781 d.C. Carlo Magno andò a Roma in pellegrinaggio da Papa Adriano I e ricevette in regalo alcune reliquie dei Santi Sebastiano e Antimo.
Durante il viaggio di ritorno scoppiò una violenta epidemia e, per ringraziare il Signore quando finì la pestilenza, fondò l'antico monastero su cui poi venne eretta l'Abbazia.
Si tratta di una delle architetture più importanti del romanico toscano.

Dell'antica abbazia rimane visibile esternamente un'abside denominata Cappella Carolingia. Anche il portale dell'abbazia, riccamente decorato con animali mitologici e foglie, risale al X secolo, ed è antecedente all'odierna abbazia. L'interno della Cappela Carolingia è costituito da un’unica navata rettangolare. La copertura, che oggi è a volte, originariamente era a semplici capriate. Gli affreschi di Giovanni d'Asciano ne rivestono le pareti e narrano la vita di San Benedetto.
Attualmente la Cappella Carolingia funge da sagrestia.

Terminata la visita proseguite in direzione San Quirico d’Orcia e successivamente per PIENZA. Numerosi i parcheggi dove poter lasciare l’auto.

La sua collocazione al centro della Val d'Orcia, una valle bellissima e intatta dal punto di vista paesaggistico, rende la cittadina perfettamente in grado di documentare ancora oggi l'interesse fondamentale che l'architettura umanistica pose nel rapporto uomo-natura, anche in riferimento all'importanza che questo rapporto ebbe durante l'età classica. Per la bellezza del suo centro storico rinascimentale, nel 1996 Pienza è entrata a far parte dei Patrimoni naturali, artistici, culturali dell'UNESCO.

Gran parte del rilevante patrimonio storico-artistico di Pienza si concentra nella suggestiva piazza dedicata al pontefice Pio II, personalità che tanto ha dato alla cittadina: isolata e ben visibile è subito la rinascimentale Cattedrale, di fronte il Palazzo Comunale e accanto Palazzo Borgia e Palazzo Piccolomini.

Da un punto di vista gastronomico, Pienza è famosa in tutta Italia per il suo pecorino, che potrete trovare di varie stagionature, per il miele e per la produzione di ottimi vini.


Distanze e tempi di percorrenza in auto

Fattorie Santo Pietro - Montalcino: 92 Km - 1 ora e 35 minuti
Montalcino - Abbazia Sant'Antimo: 7 Km - 8 minuti
Abbazia Sant'Antimo - Pienza: 28 Km - 35 minuti
Pienza - Fattorie Santo Pietro: 105 Km - 1 ora e 45 minuti

Totale percorso 232 Km - tempo di guida 4 ore e 5 minuti


Ristoranti consigliati

a Montalcino
Ristorante Il Giglio: Via Saloni, 5, tel. 057-848167
Osteria Porta al Cassero: Via della Libertà, 9, tel. 0577-847196

a Pienza
Ristorante La Buca delle Fate: Corso Rosellino, 38, tel. 0578-748272
Ristorante Sperone Nudo: Via Marconi, 3, tel. 0578-748641




Itinerari

Fattorie Santo Pietro è situata in posizione strategica ed è quindi l’ideale punto di partenza per scoprire la vera Toscana. Ecco alcuni suggerimenti, culturali e di puro svago.

Scopri gli itinerari

Attività

Alle Fattorie potrete svolgere diverse attività, legate alla terra, allo svago, allo sport, alla cultura culinaria e vitivinicola.


Scopri le attività disponibili

Vino e Olio

Nei 300 ettari della proprietà, infinite distese di vigneti, le cui uve regalano Chianti e Vernaccia, e antichi olivi offrono un prezioso olio extravergine di oliva.

Scopri i nostri prodotti